• Diego Nicola Dentico

1. Complottismo: Trump e Putin ci salveranno tutti tutti

Aggiornato il: lug 23

Questo è il primo articolo di un trittico in cui parlo (per quanto in maniera introduttiva) dei contatti tra "mondo olistico" e destra estrema.

Sono stato molto indeciso sul da farsi, ma alla fine ho scelto di espormi perché l'ambiente della Medicina Tradizionale e della spiritualità in Italia è inquinato da idee sconcertanti promosse da vari "incantatori di serpenti". I contenuti portati avanti da questi personaggi sono delle vere e proprie pozioni soporifere che avvelenano sul nascere una serie di progetti di riconnessione con la vera natura umana e con la natura che ci circonda perché, se lasciati vivere, possono creare un cambiamento permanente nella cultura.

Ovviamente non pretendo di avere la Verità, ma condivido questa percezione e le mie opinioni.

Non è mia intenzione spingere nessuno a credere in quello che dico. Il mio obiettivo è invitare alla riflessione personale.



Perché nell’ambiente olistico occidentale ci sono un sacco di praticanti di sciamanesimo che appoggiano Trump, Putin e – conseguentemente – Bolsonaro, mentre la loro visione del mondo è esattamente quella che mette in pericolo le comunità indigene all’interno delle quali lo sciamanesimo si è potuto conservare?

Sinceramente io non mi so rispondere, perché dire “per ignoranza” sarebbe troppo banale, nonostante l’ignoranza sia una componente essenziale della vita che ci porta (se vogliamo) a evolverci.



Galassia

Un'inquadratura generale

In questo post vorrei analizzare alcune delle credenze più diffuse in ambito olsitic-sciamanic-spirituale e che vanno a braccetto con il complottismo.

C’è una teoria della cospirazione secondo la quale esisterebbe una élite mondiale che si muove compatta in ogni paese del globo per ridurre l’essere umano a uno schiavo. Questa èlite sarebbe composta da una fitta rete di famiglie nobili, industriali, universitari (sic!) e politici. A volte si fa riferimento a questo gruppo con il nome di “illuminati”, una setta che controlla ogni cosa: dall’economia al clima, ma non finisce qui. Queste persone sarebbero dedite al culto di Satana e al cannibalismo dei bambini. Al giorno d’oggi il rito antropofago viene raccontato come cerimonia utile a estrarre “l’adrenocromo”, una molecola che, stando alla teoria cospirativa, servirebbe a garantire l’eterna giovinezza… il fatto che l’adrenocromo sia perfettamente stato riprodotto in laboratorio (cosa che renderebbe inutile la messa nera con sacrificio di infante al seguito) e che sia la molecola utilizzata nei farmaci antiepilettici, sembra essere una cosa decisamente irrilevante…

Questa teoria si basa su un’intuizione reale: è vero che siamo tutti vittime (ma anche complici) di un sistema che pone la questione economica davanti al benessere umano chiamato neoliberismo – ma ripropone schemi paranoidi decisamente vecchi: soprattutto l’infanticidio rituale, accusa che – udite udite – venne riservata ai primi cristiani, agli ebrei, agli eretici e alle streghe medievali. Spero che nessuna tra le persone che leggono questo blog pensi che gli omicidi sistematici ai danni di queste tre categorie abbiano portato qualcosa di positivo nella storia umana… Ritengo che sia importante ricordare che molte di queste persecuzioni sono state appoggiate, se non fomentate, dalla chiesa cattolica, la stessa istituzione che, senza andare a scomodare le crociate, ha “abbracciato” Pinochet, condannato la teologia della liberazione e occultato i preti pedofili (solo per dirne alcune).

Non abbiamo bisogno dei satanisti quando ci sono le istituzioni religiose organizzate che agiscono impunemente!


Critiche

La prima critica che possiamo muovere alla teoria (dopo l’assoluta assenza di prove) è che il mondo è un sistema complesso ed è quanto meno improbabile che un gruppo di potere, per quanto forte, possa controllare tutto così nel dettaglio. Basta dare un’occhiata all’indice di un libro di macroeconomia per comprenderlo.

Il secondo problema è che questo genere di complottismo svia l’attenzione dai veri complotti che ci sono stati (e continuano a esserci) anche in Italia. Su questo vi invito a dare un’occhiata alle relazioni tra massoneria, mafia e servizi segreti deviati negli anni ’90, al programma della P2 o al video in cui Licio Gelli si complimenta con Berlusconi per essere riuscito a metterlo in pratica. C’è da perderci il sonno e, a differenza delle leggende sugli Illuminati, queste non sono ipotesi né “fiabe postmoderne”, ma storie vere corredate da prove.


Oceano

Trump & friends

Come se lo scenario non fosse già di per sé così desolante, molte di queste teorie del complotto si concludono con “menomale che ci sono Trump e Putin che ci salveranno”. Trump sarebbe, secondo questa interpretazione, un “non allineato” con i piani del governo ombra mondiale, uno “così ricco da non aver bisogno di rubare” (sic anche qui, ahimé).

Trump è l’emblema di quel neoliberismo sfrenato di cui si parlava poco sopra, che tra l’altro condusse alla crisi finanziaria del 2008. Come primo atto da presidente approvò il progetto del Dakota Access Pipe Line che ha permesso a tubi di petrolio di passare attraverso riserve d’acqua potabile degli indigeni del Nord America, e di inquinarle.

Inoltre Trump è un grande sostenitore di Bolsonaro, che ha vinto le elezioni grazie alle fake news, e che sta devastando l’Amazzonia nonostante si presenti come il supereroe della libertà e un paladino che vuole “migliorare le condizioni degli indigeni nella foresta” (Grazie, Jair, ti stavamo proprio aspettando!).

Trump stesso sembrerebbe aver vinto le proprie elezioni con il sostegno delle fake news, come emerge da un’indagine dell’Australian Strategic Policy Institute (ASPI) nella quale viene addirittura citato un report del FBI in cui si indaga sulle fonti di queste fake news connesse alla criminalità informatica russa.

Diamo un’occhiata anche al lato “segreto” (ma non troppo di Trump):

Richard Spencer, un neonazista dichiarato e tra i fondatori dell’alt-right americana, ha affermato di aver provocato la vittoria di Trump con l’utilizzo di visualizzazioni creative tipiche del New Thought (movimento spirituale nordamericano che ritiene di poter influenzare la realtà attraverso i poteri della mente di cui lo stesso Trump fa parte). La vittoria presidenziale venne salutata da Spencer e dal Nacional Policy Institute al grido di: “Hail Trump! Hail our people, hail our victory!” con un fioccare di saluti nazisti. Trump, nonostante tutto ciò sia di dominio pubblico, non ha mai preso le distanze ufficialmente né dal NPI né da Richard Spencer.

Nel 2017, Steve Bannon (all’epoca consigliere di Donald Trump, nonché finanziatore della sua campagna politica) in un discorso tenuto a un gruppo di conservatori in Vaticano, citò, riferendosi a Putin e alla sua difesa dei “valori tradizionali”, Julius Evola, mago che cercò di influenzare sia Mussolini che Hitler. Tra gli scopi dichiarati di Bannon, oltre alla lotta al “fascismo islamico” (arisic!), c’era la formazione di una destra estrema trasversale e internazionale.

Persino l’ordine ermetico dell’alba dorata (Golden dawn, da non confondere col partito neonazista greco), ovvero un’organizzazione incentrata sulla pratica della magia, nelle persone di David Griffin e Leslie McQuade ha apertamente appoggiato Donald Trump.

Considerato tutto questo, immaginando ancora che ci sia una cospirazione mondiale di satanisti d’élite, Trump da che parte starebbe?


Conclusioni?

Il vero complotto è il complottismo stesso, che squalifica qualunque discussione sul nascere e la affoga nel mare magnum delle ipotesi infondate. Questo non significa che tutta la verità sia disponibile o che le narrazioni ufficiali dei governi siano da sposare tout-court, tutt’altro. Se io appartenessi a una di queste èlite, ci terrei proprio a distrarre la popolazione con complotti falsi affinché non si renda conto di quelli veri.

Il complottismo spiccio ha sempre fatto il gioco dell’estrema destra sin dai tempi in cui nacque con i documenti falsi dei protocolli dei savi di Sion, per colpa dei quali vennero indetti i primi pogrom contro gli ebrei del XX secolo. Questi documenti vennero utilizzati dalla propaganda fascista per bollare il bolscevismo come cospirazione giudaico-massonica per controllare il mondo. Cospirazione giudaico-massonica che periodicamente viene ritirata fuori dal cappello ogni volta che si parla di movimenti di sinistra o apartitici che abbiano a cuore la difesa dei diritti civili e dell’ambiente.

Il complottismo distoglie l’attenzione dai veri problemi e imprigiona in una visione della vita deprimente, nella quale né il singolo né le masse possono fare nulla per cambiare lo stato delle cose perché tanto ci sono i potenti misteriosi che non si possono battere. In fin dei conti, non c’è un caso nella storia (e dico uno) in cui il complottismo sia davvero servito a portare dei cambiamenti positivi.

Non voglio dire a chi legge questo blog in cosa credere. Il mio è un invito – forse un po’ arrogante, ma forse no – a documentarsi sempre, a pesare attentamente le fonti delle proprie informazioni e a rimanere saldi nel sentire del proprio cuore, così da non avere paura di cambiare idea.

È importante non buttare via il proprio senso critico.

0 visualizzazioni

Per quanto possa sembrare superfluo, ci teniamo a specificarlo. Vi ricordiamo che le informazioni qui ritrovate sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo. Quindi non vogliono (e non possono!) sostituire in alcun caso il consiglio di un medico, o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.)

Quando in questo sito viene utilizzato il termine "medicina tradizionale" lo si fa in riferimento a una categoria antropologica ben definita. 

© 2023 by Natural Remedies. Proudly created with Wix.com

  • Instagram Social Icon
  • b-facebook
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now