• Diego Nicola Dentico

Onda di hun Kaban



Inizia il 12 dicembre l’onda di Hun Kaban (No’j).

Nahual del picchio, Kaban é la saggezza, l’intelletto e la scienza sacra. Il suo glifo rappresenta il movimento del cielo, la trasformazione dell’apprendimento in esperienza, quindi in Sapienza.

È un buon giorno per allinearsi con la creazione, in accordo con il Creatore-Formatrice, il Grande Spirito, per riunirsi in consiglio e per coltivare la saggezza. È un giorno particolarmente utile per chiedere chiarezza, per dare energia alla vita vegetale e per iniziare progetti politici o sociali. Davanti al fuoco, il camminante offre farina per dare forma ai propri pensieri.


Siccome in natura non esiste nulla di stabile, ma l’equilibrio è un processo continuamente in divenire, nel Tonalamatl il nahual Kaban è rappresentato da Ollin, il movimento. Ollin è associabile al ulamatzin, il cosiddetto “gioco della palla” cerimonia nella quale i giocatori rappresentano i movimenti degli astri, creando un ponte tra il Cielo e la Terra.

La trecena di Kaban è un buon periodo per esplorare i temi del talento, delle sincronicità, della prontezza mentale, dell’apprendimento che diventa saggezza solo se rimane un’energia fluida e non vincolata a schemi “funzionali”.

12 dicembre: 1 Kaban

13 dicembre: 2 Etznab

14 dicembre: 3 Kawok

15 dicembre: 4 Ahau

16 dicembre: 5 Imix

17 dicembre: 6 Ik

18 dicembre: 7 Akbal

19 dicembre: 8 Kan

20 dicembre: 9 Chicchan

21 dicembre: 10 Keme

22 dicembre: 11 Manik

23 dicembre: 12 Lamat

24 dicembre: 13 Muluc

#maya #Tzolkin #Messico #Tonalamatl #ollin #kaban #Hun

31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti