• Diego Nicola Dentico

Wayeb - il Sogno del Tempo



Ciò che nei miti si presenta inverosimile, è proprio quel che ci apre la via alla verità. Infatti, quanto più paradossale e straordinario è l'enigma, tanto più pare ammonirci a non affidarci alla nuda parola, ma ad affaticarci intorno alla verità riposta.

- Imperatore Giuliano, detto l'Apostata

Molte volte si parla di “calendario maya” riferendosi al solo Tzolkin. I Maya però elaborarono decine di calendari basati diversi computi: il ciclo di Sirio, per dirne uno, di Venere, del Sole…

Uno di questi calendari, tra i più importanti, è sicuramente il calendario “Haab”, il calendario “amaca” che segue il ciclo solare e del mais.

Il calendario Haab è composto da 18 mesi di 20 giorni ciascuno (18x20=360) a cui si aggiunge un mese di 5 giorni chiamato Wayeb. Ognuno di questi mesi è marcato da feste agricole connesse al ciclo del mais e a cerimonie per onorare determinate figure all’interno della comunità, come ad esempio i medici.

È interessante notare, anche in questo caso, un parallelismo tra la cultura maya e l’antica cultura egizia che considerava un calendario solare di 360 giorni più 5 giorni epagomeni, giorni fuori dal tempo, durante i quali – nel mito – nacquero gli déi Osiride, Iside, Horus il Vecchio, Seth e Neftis. Mentre i giorni epagomeni egizi cadevano a fine agosto, i 5 giorni del Wayeb cadono, in base all’etnia maya di riferimento, tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo.

Il Wayeb è un mese di ritiro, di meditazione e di riposo. Narra la leggenda che in questi 5 giorni i Creatori e Formatori, il Gran Ahau, decidano le sorti dell’anno successivo e che sia per questo motivo che in questi giorni è necessario “rendersi degni” di fronte al regno spirituale attraverso la preghiera e la meditazione.

In realtà, questa visione del Wayeb è palesemente stata deformata dalla mentalità cristiana (non a caso ricorda la quaresima). Dal punto di vista di una spiritualità basata sulla contemplazione del tempo è normale trovare un momento di ritiro e di riflessione sulla propria vita, per aprire porte percettive su nuove possibilità. Energeticamente, quindi da un punto di vista simbolico, possiamo dire che i semi piantati prima del Wayeb fioriranno nel nuovo tun (anno), quindi il Wayeb è uno spazio importante per poter prendere consapevolezza di sé stessi e diventare giardinieri del proprio giardino interiore, accudire le piante che necessitano di essere accudite, estirpare le erbacce, fare pulizia e stabilire la direzione della propria crescita.

L’etimologia della parola Wayeb è dubbia: “way” in Maya Yukateko è la radice del verbo “sognare”, mentre -eb è il suffisso del plurale. Quindi indica il momento dei “sogni” (del tempo). In Maya Quiché però, “wa” significa cibo, mentre Eb è il nahual dell’apertura del cammino, quindi il Wayeb è il momento in cui si accumula energia per affrontare il nuovo cammino.

Le abuelas e gli abuelos della tradizione maya invitano a custodire e onorare il Wayeb attraverso:

  1. l’astinenza dal giudizio su sé stessi e sugli altri, astinenza dai cattivi pensieri, dalle cattive parole e dalle azioni malvagie. È un buon momento per ripulirsi dalle dipendenze: siano esse droghe, tabacco, o, perché no? Internet. In alcuni casi viene consigliata anche l’astinenza sessuale. Se da un lato anche questo può apparire come un retaggio cattolico, è vero che l’astinenza sessuale fornisce molta energia per l’Arte del Sogno.

  2. Il Wayeb è un buon momento da dedicare alla limpia, sia personale che ambientale, sia energetica che materiale, attraverso la fumigazione con le piante sacre e i baños de florecimiento.

  3. Onorare lo Zipanik’, ovvero aiutare con generosità i più bisognosi e scambiarsi dei doni.

  4. Osservare e ricapitolare il proprio anno passato, porre frecce d’intento nel fuoco del nuovo anno.

Nel 2018, il Wayeb andrà dal 15 febbraio al 19 Febbraio incluso. Alcuni dei consigli degli Abuel@s possono sembrare impraticabili in Occidente, tuttavia è possibile ridurre al minimo la parola, se non per lo stretto necessario, così come è possibile trovare degli spazi di ricapitolazione e di preghiera alla sera o al mattino.

Buon cammino!

#Calendario #Haab #Wayeb #dèi #epagomeni #Maya

0 visualizzazioni

Per quanto possa sembrare superfluo, ci teniamo a specificarlo. Vi ricordiamo che le informazioni qui ritrovate sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo. Quindi non vogliono (e non possono!) sostituire in alcun caso il consiglio di un medico, o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.)

Quando in questo sito viene utilizzato il termine "medicina tradizionale" lo si fa in riferimento a una categoria antropologica ben definita. 

© 2023 by Natural Remedies. Proudly created with Wix.com

  • Instagram Social Icon
  • b-facebook
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now