• Diego Nicola Dentico

Onda di Hun Noj



Vi era immobilità e silenzio nell’oscurità, nella notte. Unicamente il Creatore e la Formatrice, con Tepeu Gukumatz e con i Progenitori si trovavano sulle acque, circondati da una luce. Erano coperti di piume color giada, per questo furono chiamati Serpenti Piumati. Avevano natura di saggi.

(Popol vuh)

Nahual del picchio, Noj é la saggezza, l’intelletto e la scienza sacra. Il suo glifo rappresenta il movimento del cielo, la trasformazione dell’apprendimento in esperienza, quindi in Sapienza. Per questo motivo gli è associato il cervello.

È un buon giorno per allinearsi con la creazione, in accordo con il Creatore-Formatrice, il Grande Spirito, per riunirsi in consiglio e per coltivare la saggezza. È un giorno particolarmente utile per chiedere chiarezza, per dare energia alla vita vegetale e per iniziare progetti politici o sociali. Davanti al fuoco, il camminante offre farina per dare forma ai propri pensieri. La trecena di Noj è un buon periodo per esplorare i temi del talento, delle sincronicità, della prontezza mentale, dell’apprendimento che diventa saggezza solo se rimane un’energia fluida e non vincolata a schemi “funzionali”.


Siccome in natura non esiste nulla di stabile, ma l’equilibrio è un processo continuamente in divenire, nel Tonalamatl il nahual Noj è rappresentato da Ollin, il movimento. Ollin è associabile al ulamatzin, il “gioco della palla” cerimonia nella quale i giocatori rappresentano i movimenti degli astri, creando un ponte tra il Cielo e la Terra. La diffusa nozione che i giocatori della squadra perdente venissero sacrificati è un falso storico frutto di interpretazioni del Popol Vuh da parte degli archeologi, in quanto dopo aver perso la propria partita Hun Hunajpu e Wuqub’ Hunajpu vengono uccisi. Oltre questa traccia non ci sono prove che vi fossero effettivamente dei sacrifici collegati con il gioco della palla.

La dea che sorregge questa trecena è Tlazoteotl Ixcuinan, ovvero la signora del cotone.

16 maggio 2019: 1 Noj, l’origine dell’intelligenza. La Madre Terra.

17 maggio 2019: 2 Tijax, la medicina.

18 maggio 2019: 3 Kawoq, la comunicazione comunitaria.

19 maggio 2019: 4 Ajpu, l’organizzazione che trova compimento.

20 maggio 2019: 5 Imox, il sostegno e l’originalità.

21 maggio 2019: 6 Iq, la parola ispirata, la parola fiorita.

22 maggio 2019: 7 Aq’ab’al, il potere del Mistero.

23 maggio 2019: 8 K’at, la moltiplicazione dei semi originari.

24 maggio 2019: 9 Kan, la maestria della rivelazione.

25 maggio 2019: 10 Kame, la morte e la rinascita. La trasformazione, la magia.

26 maggio 2019: 11 Keej, l’autorità spirituale della disciplina.

27 maggio 2019: 12 Q’anil, l’espansione della percezione.

28 maggio 2019: 13 Toj, l’integrazione e la gratitudine verso tutte le esperienze.

#Maya #Tzolkin #Cholquij #Trecena #Hun #Noj #Ollin #Tonalmatl #2019

18 visualizzazioni

Per quanto possa sembrare superfluo, ci teniamo a specificarlo. Vi ricordiamo che le informazioni qui ritrovate sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo. Quindi non vogliono (e non possono!) sostituire in alcun caso il consiglio di un medico, o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.)

Quando in questo sito viene utilizzato il termine "medicina tradizionale" lo si fa in riferimento a una categoria antropologica ben definita. 

© 2023 by Natural Remedies. Proudly created with Wix.com

  • Instagram Social Icon
  • b-facebook
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now