• Diego Nicola Dentico

4 Novembre 2021 - 7 Ajpu. Dando il benvenuto al nuovo Tun



Glifo del monumento 6 del Tortuguero in cui il "dio" Bolon offre mais e un papero.


Una piccola premessa...

Il 21 dicembre del 2012 è stata una data importante per la cultura Maya in quanto inizio della nuova sequenza del nuovo Katun (di 7200 giorni, quindi circa 20 anni) e del nuovo Baktun (della durata di 144000 giorni, ovvero circa 400 anni). Secondo le profezie – quelle vere, non quelle che hanno parlato a sproposito della fine del mondo – i primi 20 Tun, ovvero il calendario che conta le unità del Baktun, sono fondamentali per seminare a livello collettivo ciò che vogliamo vedere fiorire nei successivi 380 anni, che saranno uno specchio “ingrandente” delle nostre azioni nel periodo iniziale. Non a caso, nelle antiche città Maya, ogni 20 anni venivano inaugurati nuovi templi, rinnovati quelli vecchi e le steli venivano imbiancate per scrivere nuove date fondamentali.

Il 21.12.2021 era un giorno 4 Ajpu, e stava a significare che si concludeva il Katun a lui dedicato. L'attuale Katun, invece, è dedicato al nahual 2 Ajpu e terminerà il 07.09.2032.


Cos'è un Tun?

Il Tun è uno dei molteplici calendari Maya, si compone di 18 unità di 20 giorni per un totale di 360 giorni. È quindi un calendario che segue moti ondivaghi, non coincidendo completamente con il calendario solare.

I cicli del calendario Tun iniziano sempre con un giorno Ajpu*.

La data del nuovo Tun, 4 novembre 2021**, è l’inizio di un nuovo periodo di 360 giorni.

I nuovi cicli sono sempre visti come momenti da celebrare secondo la visione Maya antica e moderna. Solo raramente, in occasioni storiche del passato, si sono attraversati tempi pericolosi in cui erano necessarie le cerimonie per alterarne il flusso e riportare in equilibrio una natura devastata da cataclismi.


Cosa fare nel giorno 04.11.2021

Si tratta di un buon momento per celebrare un passaggio di rinnovamento e per connettersi con l’energia di 7 Ajpu. Nel passato, il numero 7 era rappresentato con il geroglifico del Dio Giaguaro, il potere della natura.

Il nahual Ajpu, rappresentazione dello spirito solare, si accompagna al significato del guerriero del cuore che porta a compimento la creazione, offrendo il proprio cuore sull’altare della vita.

È un buon giorno quindi per inaugurare un Tun in cui prendiamo consapevolezza del nostro potere interiore.


Per consigli sulla pratica clickare qui.

_______________________________________________________

NOTE PER I NERD DEL CALENDARIO:

*Il giorno Ajpu può assumere un "valore intrinseco" sia di 0 che di 20 – motivo per cui il calendario sacro inizia in Imox, come segnalato nei codici Mexica e non in B’atz’ come sostengono alcuni o in Aq'ab'al (Chilam Balam di Ixil). Non si hanno risposte certe sul perché di questa discrepanza tra i vari “primi giorni” del calendario. Una possibilità è che si tratti di semplici tradizioni diverse. L’altra possibilità è che – narrando il Cholq’ ij’ una storia cosmogonica – l’essere umano viene creato in un giorno B’atz’, motivo per cui, probabilmente sotto l’influenza cattolica spagnola, gli autori di alcuni testi sapienziali lo abbiano scelto come primo glifo del calendario. I codici Mexica invece concordano con documenti archeologici più antichi, quali la stele C di Quiriguà in Guatemala o la profezia del ritorno dei “Nove Dei” del Tortuguero in Messico.


** 13 Baktun 0 Katun 9 Tun 0 Winaq 0 Qij’ 7 Ajpu (Cholq’ij’) 18 Sak (Haab’).

92 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti